lunedì 20 marzo 2017

Servizio fotografico di matrimonio, perché è così importante

Cari futuri sposi, avete deciso di sposarvi, avete pensato ad una cerimonia romantica, avete trovato una bella location, avete concordato un menu gustoso, avete ordinato i fiori, avete prenotato l'abito dei vostri sogni, avete avvisato parenti e amici e il conto è davvero salato, quindi avete pensato di risparmiare sul fotografo.
Vi direte "tanto verranno tutti con cellulari e fotocamere, tanto c'è l'amico Giorgio che è un appassionato di fotografia e fa dei paesaggi stupendi, tanto c'è lo zio Francesco che ha giusto comprato una nuova macchina fotografica, e quindi tutti fotograferanno tutto."


Fotografia di matrimonio, Mari crea photographer



E' vero che tutti faranno decine e decine di scatti, ma senza una preparazione specifica e una visione artistica, saranno tutte uguali o molto simili. ognuno scatterà pensando a, quando e come, potrà pubblicare la foto sui vari social. 
Saranno selfie, foto di gruppo con persone che ridono, fanno le linguacce, o mandano baci con le labbra a "culo di gallina" e se vorrete stamparle difficilmente avrete una qualità degna di un album di matrimonio.
Fotografare a un matrimonio non vuol dire fotografare un matrimonio.
Un piccola proposizione in più o in meno fa una grande differenza di risultato.



Fotografia di matrimonio, Mari crea photographer



Ho conosciuto molte coppie che si sono pentite di aver affidato il loro reportage di nozze  a un amico, ad un parente, o peggio ancora, a tutti e a nessuno.
Tutto quello che avviene in quel giorno è unico e irripetibile e meriterebbe qualcuno che sa come documentare in modo adeguato quei momenti unici e irripetibili.

Fotografare un matrimonio non è scattare foto in serie, ma è raccontare una storia, è catturare ogni momento, anche quelli che gli sposi non si rendono conto di vivere, o quelli in cui loro non sono presenti, è rendere, per immagini, ogni emozione, ogni sensazione, è dare un forte impatto emotivo alla giornata, è, nei casi migliori, creare un'opera d'arte.


Fotografia di matrimonio, Mari Crea photographer



Io sono sposata da molti anni.
Il mio abito è stato rovinato da un invitato alticcio, ma anche l'avessi conservato integro non l'avrei mai più utilizzato e, ora sarebbe grigio e fuori moda.
Non ricordo neppure più cosa abbiamo mangiato e i fiori sono rimasti in chiesa.
Di quel giorno mi rimangono solo i ricordi, alcuni inevitabilmente sbiaditi e le fotografie e mi spiace moltissimo non averne di più.


Fotografia di matrimonio, mari crea photographer



Vorrei tanto avere avuto un servizio fotografico come quelli che si fanno ora, vorrei avere il racconto della storia del mio matrimonio con tutti i momenti importanti così come sono avvenuti, con tutti i sorrisi, le emozioni e con tutto quello che mi sono persa o che non ricordo più perché la vera fotografia cattura anche quello che non tutti sono in grado di vedere.

Mari



mercoledì 15 marzo 2017

Imparare a fotografare per il web




Il cervello umano è, naturalmente, attratto dalle immagini più che dalle parole scritte, pertanto, i post con le immagini non soltanto hanno più successo di quelli con il solo testo, ma si ricordano molto di più.
Ciò presuppone che, chiunque abbia una presenza sul web, social, blog o sito debba puntare maggiormente sulle immagini per attrarre il proprio pubblico.
Viviamo in un'epoca in cui, tutti, siamo in possesso, di mezzi più o meno performanti, per produrre immagini, ma questo non fa di noi dei fotografi : un conto è ottenere delle immagini con qualunque mezzo e un altro conto è fotografare.
Sono sempre stata favorevole ai corsi di fotografia e consiglio a tutte le mie amiche blogger e creative di frequentarne uno ma, ho notato, che spesso queste ultime si stancano dopo poche lezioni e spesso si lamentano di non aver imparato nulla.

Perché i corsi di fotografia sono, spesso deludenti per le donne creative e per le blogger?

A mio parere per tre ragioni fondamentali.

  1. Sono tenuti da uomini per uomini.
  1. danno troppo spazio al tecnicismo, più che alla tecnica.
  1. Le esercitazioni pratiche e le uscite sono poco interessanti.

1. Non ho nulla contro i fotografi di sesso maschile e non discuto sulla loro bravura fotografica, ma hanno gusti e sensibilità diverse da quelle femminili.

2. Sono ossessionati dalla tecnica e soprattutto dai dati tecnici, dai dati da scatto, dall'obiettivo usato, dal suo costo, dal flash, dalla regola dei terzi ecc. 
Quando pubblico una foto in un gruppo fotografico "maschile" mi chiedono sempre il come e, mai il perché io abbia scattato quella foto o, ad esempio, che cosa mi abbia ispirato.
Sono capaci a farmi dei panegirici per dimostrare quanto io non abbia rispettato la regola dei terzi o perché abbia scelto di sfocare così tanto.

3.Le uscite fotografiche sono usate, generalmente, per immortalare monumenti, scie lasciate dalle auto, manifestazioni sportive, o boschi e uccelli.
Le donne, più che al panning (sfocato dovuto al movimento) potrebbero essere interessate al bokeh (sfocato che isola il soggetto dallo sfondo), più che ad un rally potrebbero essere interessate a una torta, un gattino o un cagnolino, più che alla modella potrebbero essere interessate a un bambino.




Corso di fotografia per blogger e creative




Per questi motivi mi piacerebbe proporre dei corsi di fotografia per donne creative e blogger  affinché imparino a fotografare per il web.
Perché le fotografie non sono importanti, sono fondamentali!



Haas and Haas Photograph


Se sei una bravissima food blogger e cucini divinamente, ma le tue foto sono brutte e la tua buonissima zuppa, di cui io non sento il profumo né, tantomeno, posso assaggiare, appare come una brodaglia "sparaflashata" su fondo buio, che non darei neppure al mio cane, difficilmente verrai presa sul serio.
Allo stesso modo se dipingi, cuci, ricami, crei oggetti magnifici che non sei in grado di mostrare in tutta la loro bellezza , potresti avere più difficoltà a trovare dei compratori rispetto a chi, magari meno brava e meno creativa di te, riesce a scattare delle fotografie che fanno sognare.

Se siete interessate a questo tipo di corso scrivetemi, qui sul blog potete lasciarmi un messaggio tramite il modulo di contatto che trovate qui a fianco.

Intanto, vi voglio segnalare un bell'articolo scritto da  Stefania Gambella,una mia collega fotografa proprio su questo specifico argomento


Foto dal blog di Stefania Gambella.

Spero di avervi incuriosite e di avervi dato la spinta per migliorare le vostre immagini sul web.


Mari


SalvaSalva

mercoledì 8 marzo 2017

8 marzo - festa della donna


Ho pensato di festeggiare l'8 marzo, a modo mio, con le foto di tutte le donne che ho fotografato durante l'ultima sessione fotografica di ritratto Retroreal.


Festa della donna, sessione fotografica di ritratto Retroreal


Siamo nel 2017, ma essere donna può essere ancora difficile.
  • Le donne devono, ancora, lavorare di più e meglio per avere le stesse opportunità e gli stessi guadagni di un uomo.
  • Ogni giorno una donna rischia di subire violenza o, peggio, di essere uccisa da fidanzati, compagni, mariti che non sopportano di essere lasciati.
  • Spesso le donne vengono giudicate e valutate più per la loro avvenenza che per la loro capacità.
Ma le donne non si arrendono.
Sono sensibili e creative, a volte lunatiche, ma anche forti e determinate e, se riescono a fare squadra, possono diventare davvero grandi e non mi riferisco all'età anagrafica.
Pertanto, anche se ogni giorno sarebbe perfetto per festeggiarci, colgo l'opportunità che mi da questa ricorrenza per farvi e farmi gli auguri.

Buon 8 marzo.

Mari
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...